Nuovo bando per finanziamenti sulla sicurezza sul lavoro dalla Regione Veneto

La Regione Veneto promuove un bando in ambito regionale rivolto alle aziende, per l’attribuzione di contributi da assegnare ad interventi finalizzati all’adozione o al miglioramento dei propri sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

Destinatari

Sono ammesse alla partecipazione al concorso tutte le aziende private o pubbliche, ubicate su tutto il territorio nazionale ed iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, che abbiano almeno un’unità produttiva attiva (art. 2, comma 1, lett. t del Dlgs 81/08 e s.m.i.) nel territorio regionale.

Richieste ammissibili

Le richieste di adesione al presente Bando SGS 2013/2014 devono riferirsi ad interventi riguardanti l’adozione o il miglioramento di un sistema di gestione della salute e della sicurezza all’interno di una o più unità produttive attive nel territorio regionale.

Nella richiesta di partecipazione deve essere specificato il riferimento al modello organizzativo che si intende adottare o migliorare (es. sistema certificato BS OHSAS 18001: 2007, o conforme alle Linee Guida ISPESL – UNI – INAIL ediz. 2001, o alle Linee di indirizzo della Regione Veneto per la valutazione dell’organizzazione aziendale della sicurezza).

Contributi
  • Importo totale del progetto aziende fino a 50 dipendenti: €  4.000,00 + IVA
  • Importo totale del progetto aziende sopra i 50 dipendenti: €  7.500,00  + IVA
  • Contributo pubblico finanziabile = 100%
  • Spese di consulenza 50% dell’importo totale
Termini

Le richieste possono essere presentate dal 02/09/2013, entro e non oltre il 19/10/2013 (farà fede il timbro/etichetta postale con la data e l’ora di spedizione).

Spese finanziabili e non finanziabili

Il contributo regionale è destinato a coprire le spese necessarie all’attuazione degli interventi previsti, distinte come di seguito indicato:

  1. spese per attività realizzate con personale interno; (es.: costo orario del personale interno per progettazione/stesura procedure; informazione, formazione)
  2. spese per acquisto di beni e/o servizi sostenuti direttamente dall’Azienda; (es.: software dedicati al funzionamento dei sistemi di gestione della sicurezza utilizzati ai fini del miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza – noleggio attrezzature per attività didattica – produzione di elaborati cartacei, ecc.)
  3. spese per attività di consulenza e/o docenza esterna, (che non potranno superare il 50% della somma tra i punti a. e b.).

Non sono coperte dal contributo regionale le spese relative a:

  • interventi di qualsiasi tipo resi obbligatori da leggi comunitarie, nazionali e regionali;
    (es. collaborazioni esterne in ambito della Valutazione dei Rischi; interventi di adeguamento delle attrezzature; manutenzione degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera; acquisto o utilizzo di dispositivi di sicurezza tipo estintori, D.P.I.; interventi di formazione non inerenti il sistema di gestione della sicurezza tipo Primo Soccorso, Antincendio; ecc.);
  • progetti già realizzati e conclusi alla data di apertura del presente Bando.

DGR_1233_16_07_2013_

AllegatoA DGR_1233_16_07_2013

Questa voce è stata pubblicata in Sicurezza. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...