Modulo OT24: ancora pochi giorni per la riduzione dei premi assicurativi

Il premio assicurativo Inail “ordinario” è determinato dall’ammontare delle retribuzioni, effettive o convenzionali corrisposte ai lavoratori durante il periodo assicurativo, e dal tasso di premio. Tuttavia dopo il primo biennio il tasso medio nazionale “può essere aumentato o diminuito per:

– andamento infortunistico aziendale;

attuazione di interventi prevenzione migliorativi (OT24)”.

A ricordarci la possibilità di ridurre i premi assicurativi Inail in favore delle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, è un intervento, dal titolo “Il sistema premiante Ot24”, a cura del Dott. Marco Lamalfa (Ufficio Prevenzione e sicurezza Inail – sede di Monza) e correlato al Piano Mirato di Prevenzione “ Abbassa l’indice. Campagna di promozione della sicurezza per l’abbassamento degli indici infortunistici” dell’ ATS Brianza.

Per avere informazioni più dettagliate sullo sconto premiale – ai sensi dell’articolo 24 (Oscillazione del tasso medio per prevenzione dopo i primi due anni di attività) del D.M. 12 dicembre 2000 – possiamo fare riferimento anche ai documenti pubblicati dall’Inail nello spazio web relativo ai premi assicurativi.

Nella Guida alla compilazione del modulo OT24, in relazione alla domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa dopo il primo biennio di attività, si indica che il già citato art. 24 del d.m.  12.12.2000, come modificato, dal d.m. del 3.3.2015, prevede “l’applicazione da parte dell’Inail di una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia”.

In particolare la riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in “relazione al numero dei lavoratori anno del periodo, calcolati per singola voce di tariffa”, secondo uno schema contenuto nella guida. Si segnala che il numero dei lavoratori anno rappresenta uno “speciale parametro quantitativo adottato nell’ambito del sistema tariffario INAIL all’esclusivo fine di determinare la misura dell’oscillazione del tasso di premio spettante all’azienda dopo il primo biennio di attività”.

Per ottenere la riduzione l’azienda deve presentare apposita istanza (Modulo OT24) –  esclusivamente in modalità telematica ed entro il 28 febbraio 2017 – “fornendo tutti gli elementi, le notizie e le indicazioni definiti a tal fine dall’Inail”.

La domanda è presentata dall’azienda che ha “attuato interventi di miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro che, in ragione della loro valenza prevenzionale, si riflettono su tutte le pp.aa.tt. dell’azienda ovvero su singole p.a.t. (posizioni assicurative territoriali, ndr) anche in relazione al settore produttivo aziendale, individuato dalla classificazione delle attività nelle voci di tariffa”.

Quali possono essere gli interventi per aver diritto alla riduzione?

La guida indica che interventi possono essere:

Trasversali Generali (TG): Possono essere realizzati in tutti i settori produttivi e si riflettono sull’azienda nel suo complesso. Tali interventi sono presenti nella sezione A e B e si riferiscono a tutte le pp.aa.tt. del codice cliente;

Trasversali (T): Possono essere realizzati in tutti i settori produttivi e sono validi solo sulle singole p.a.t. in cui gli stessi sono stati effettuati. Alcuni interventi presentano una differenziazione del punteggio a seconda del settore produttivo della p.a.t. Trattasi degli interventi della sezione C;

Settoriali Generali (SG): Possono essere realizzati solo dalle aziende (codice cliente) appartenenti a determinati settori produttivi e si riflettono sull’azienda nel suo complesso. Trattasi degli interventi della sezione D e si riferiscono a tutte le pp.aa.tt. del codice cliente;

Settoriali (S): Possono essere realizzati solo in alcuni settori produttivi; sono validi solo sulle singole p.a.t. in cui gli stessi sono stati effettuati; presentano una differenziazione del punteggio a seconda del settore produttivo.  Trattasi degli interventi della sezione E”.

Nel sito Inail è presente un allegato alla guida contenente le varie sezioni con il dettaglio dei possibili interventi, la documentazione probante e i file da allegare nella domanda.

La guida sottolinea poi che, al fine di semplificare i rapporti delle aziende con l’Istituto, “il modulo OT24 2017 permette all’azienda di compilare un’unica domanda per tutte le pp.aa.tt. del codice cliente. La domanda viene automaticamente indirizzata dalla procedura informatica alla sede Inail competente in ragione della sede legale dell’azienda, indipendentemente dalla localizzazione territoriale delle Unità produttive”.

Sul modulo di domanda la ditta deve dunque indicare “gli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia, che ha attuato nell’anno solare precedente quello di presentazione della domanda. Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. Per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi sia pari almeno a 100. In generale per il raggiungimento del punteggio è possibile selezionare interventi relativi a diverse sezioni o a una sola sezione del modulo”.

Ricordiamo infine che la riduzione è concessa solo dopo “l’accertamento dei requisiti di regolarità contributiva del datore di lavoro richiedente, secondo i criteri e le modalità previste dal decreto interministeriale 30 gennaio 2015 e s.m.i., in attuazione del comma 2 dell’articolo 4 del decreto legge 34/2014, come precisato nella circolare Inail n. 61 del 26 giugno 2015”.

E in merito all’osservanza delle norme in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro il requisito “s’intende realizzato qualora siano osservate tutte le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro con riferimento alla situazione presente alla data del 31 Dicembre dell’anno precedente quello cui si riferisce la domanda. Per la sussistenza del requisito si fa riferimento all’azienda nel suo complesso e non alle sole pp.aa.tt. oggetto della domanda. Sul sito web Inail è presente un questionario di autovalutazione per verificare il livello di conformità alle principali norme inerenti alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro”.

Segnaliamo in conclusione alcune segnalazioni tratte dall’intervento “Il sistema premiante Ot24”, un intervento che ricorda come nelle domande a volte sia presentata una “documentazione diversa da quella richiesta” o una documentazione incompleta. Bisogna invece attenersi alla documentazione probante indicata nel modulo. Inoltre a volte si ha mancanza di intestazione e/o firma dei documenti e/o data o trasmissione dei documenti integrativi oltre i termini.

La relazione riporta poi altri usuali errori nelle domande e indica che, con riferimento al territorio lombardo, in Lombardia oggi “solo 0,3 Datori di lavoro su 10 decidono di presentare domanda Ot24 ottenendo un risparmio di circa 54 ml di euro”.

Ricordiamo ancora, in conclusione, che l’istanza (Modulo OT24) deve essere presentata entro il 28 febbraio 2017.

(fonte PuntoSicuro)

Questa voce è stata pubblicata in Sicurezza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...