Infortunio in itinere e stradale: tutela del lavoratore e gestione del rischio nelle imprese

Gli incidenti stradali e gli infortuni sul lavoro sono eventi collegati tra loro molto più di quanto si creda; dai dati INAIL del 2016, infatti, risulta che su un totale di 1018 denunce di infortunio con esito mortale ben 269 hanno riguardato modalità di accadimento in itinere e, delle rimanenti 749 in occasione di lavoro, ulteriori 165 si sono manifestate con il coinvolgimento di un mezzo di trasporto. In pratica quasi la metà dei lavoratori muore sulla strada. E’, pertanto, necessario che il datore di lavoro sia a conoscenza degli strumenti di tutela del lavoratore in itinere, ma anche delle possibili strategie da adottare per gestire il rischio stradale in occasione di lavoro.

Ai sensi del Testo Unico delle disposizioni per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, sia nell’industria che nell’agricoltura, è previsto, agli artt. 2 e 210, che, salvo il caso di interruzione o deviazione del tutto indipendenti dal lavoro o, comunque, non necessitate, l’assicurazione INAIL operi anche per gli infortuni occorsi alle persone assicurate durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro, durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro e, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale, durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti.
Questa voce è stata pubblicata in Sicurezza e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...